Calcolo-rata-mutuo.it

PRESTITI 95000

I prestiti da 95000 euro possono rientrare in quella che è definita come categoria dei mutui, ancor di più che in quella dei prestiti personali. Non tutti i consumatori sono al corrente, infatti, dell'esistenza di una specifica norma di legge che va a fissare come erogazione massima per il capitale del prestito personale la somma di 30mila euro, mentre le somme successive rientreranno nella categoria dei mutui.

- A chi richiedere i prestiti da 95000 euro?

I prestiti da 95000 euro possono essere richiesti presso qualsiasi istituto di credito, banca o finanziaria, ufficio postale o, se preferito, alle web bank, innovativi istituti bancari che operano esclusivamente in rete, purchè legalmente abilitati a concedere denaro ai consumatori. Come accade per tutte le somme per cui si inoltra una domanda, anche il prestito da 95000 euro prevede la richiesta al consumatore di fornire garanzie e requisiti necessari per superare la domanda di approvazione ed arrivare all'erogazione.

- Quali requisiti sono necessari per accendere prestiti da 95000 euro?

Tutti i lavoratori dipendenti, i pensionati, i lavoratori autonomi, hanno l'accesso ai prestiti da 95000 se in possesso dei requisiti fondamentali che vengono sempre analizzati dalla banca o società finanziaria prima di passare all'erogazione effettiva. L'ottenere prestiti personali fino a 95000 euro, necessita di una valutazione attenta da parte dell'istituto di credito, che partirà da un'analisi dello stato economico del cliente, fino alla consultazione di sue eventuali iscrizioni presso la banca dati della centrale rischi come cattivo pagatore o pignorato. L'affidabilità creditizia è molto importante che rimanga integra, in quanto una segnalazione negativa influirebbe sulla concessione del finanziamento. Ancora più importante, però, sarà lo stato economico reddituale, necessario per garantire la restituzione del prestito richiesto.

- Quali sono le garanzie richieste per i prestiti da 95000 euro?

Per i prestiti da 95000 euro o più, le garanzie che normalmente vengono ritenute valide sono un reddito fisso mensile, meglio se derivante da un'occupazione a tempo indeterminato, ma anche il cedolino di una pensione consistente. In questi casi, facendo affidamento sulle entrate fisse, la banca o finanziaria potrà avvalersi della modalità di rimborso denominata cessione del quinto, che si applicherà detraendo mensilmente, secondo piano di ammortamento prestabilito contrattualmente, la quinta parte dell'introito percepito al netto. Ottime garanzie, per chi non possiede un reddito fisso dimostrabile, possono anche essere un'assicurazione sulla vita o porre ipoteca su un immobile di proprietà. Nel caso in cui non si possieda nessuno di questi requisiti, per poter accedere ai prestiti fino a 95000 euro sarà necessaria una terza figura che possa fare da garante, nel caso di insolvenza da parte del primo intestatario.

- I prestiti da 95000 euro, sono mutui o sono prestiti personali?

Come accennato, i prestiti da 95000 euro possono essere richiesti, ma non è detto che l'iter burocratico segua le procedure riservate ai prestiti personali, in quanto l'istituto di credito potrebbe decidere di applicare le condizioni riservate ai mutui. È vero che molte banche e società finanziarie, a loro discrezione, decidono di proporre importi di capitale elevato come nei prestiti da 95000 euro o più, proprio sotto la definizione di prestiti personali da 95 mila euro. Però, al momento della fase contrattuale, sui prestiti da 95 mila euro, vengono richieste al consumatore garanzie tipiche riservate ai mutui. Si tratta di un'operazione regolare, infatti, dal momento che per legge i prestiti possono arrivare ad un massimo di 30 mila euro, con garanzie limitate all'affidabilità creditizia e al reddito, per i prestiti da 95mila euro si aggiungeranno assicurazioni a tutela del finanziamento, o garanzie ulteriori. Si evince che si tratta di una sottile differenza di gestione, che però renderà certamente il prestito da 95000 euro più o meno conveniente per chi lo accende.

- Perchè i prestiti da 95000 euro possono essere meno convenienti dei mutui di pari importo?

Sicuramente 95000 euro in prestito sono una somma impegnativa da restituire e ciò giustifica il fatto che vengano considerati come mutui veri e propri. La banca o società finanziaria, infatti, non rischierà di perdere o non vedersi rimborsare un capitale ingente, pertanto andrà ad aumentare al consumatore le garanzie da fornire a tale scopo. Non solo, ma il fattore importante è che chi è interessato ad ottenere tale importo, dovrà anche essere ben consapevole delle sue finalità. Per fare un esempio, i prestiti da 95000 euro saranno adatti all'acquisto di beni o servizi o all'uso senza una precisa destinazione, ma non a comperare un immobile. Il medesimo importo, se acceso come mutuo per l'acquisto di un'abitazione, sarà concesso a tassi più vantaggiosi e godrà delle agevolazioni fiscali previste.

Prestiti 95000 aggiornato il 12 Aprile 2017


Vai alla home:Calcolo Rata Mutuo

prestiti 95000